Camera/3. Fini:   al Senato sarà diverso

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Camera/3. Fini: al Senato sarà diverso

08 Marzo 2007

“E’ un problema di opportunità politica”. Così Gianfranco Fini risponde ai cronisti che gli chiedono se il suo partito chiederà le dimissioni del governo nel caso in cui la maggioranza non dovesse essere sufficiente al Senato.
Se ciò accadesse “sarebbe smentito clamorosamente quello che con molta boria ha detto Prodi ovvero che la maggioranza è coesa, e poiché si tratta di politica estera e di difesa, si aprirebbe un enorme problema politico come ha detto anche il diessino Ranieri”. “Nonostante il voto di fiducia al governo ottenuto l’altro giorno da Prodi – ha proseguito Fini – la maggioranza non è tale. Se tra qualche settimana al Senato non ci saranno i numeri saremo al punto di partenza anche se non ci sarà la crisi e loro faranno finta di niente”.