Campobasso, oggi l’ultimo saluto al parà ucciso in Afghanistan

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Campobasso, oggi l’ultimo saluto al parà ucciso in Afghanistan

17 Luglio 2009

A Campobasso una folla commossa ha reso omaggio al parà molisano Alessandro Di Lisio ucciso nell’attacco contro il contingente italiano in Afghanistan. E’ stato così per tutta la giornata di ieri e dalle 9 di stamani la gente ha ripreso a sfilare davanti al feretro del giovane avvolto nella bandiera Tricolore e vegliato da due corazzieri. Accanto alla bara ci sono i genitori di Alessandro, distrutti dal dolore.  La camera ardente è stata allestita all’interno della caserma “Sepe” sede del Comando militare regionale dell’Esercito. Autorità, parenti, amici e tante persone comune che hanno voluto portare l’ultimo saluto al caporal maggiore e ricordarne l’impegno e la dedizione al servizio del Paese.

I funerali si svolgeranno nel pomeriggio nella cattedrale del capoluogo molisano e saranno officiati in forma solenne dall’ordinario militare per l’Italia monsignor Vincenzo Pelvi.  Alla cerimonia funebre prenderà parte il ministro della Difesa Ignazio La Russa insieme al Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Vincenzo Camporini e il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale Fabrizio Castagne.

Bandiere a mezz’asta negli edifici pubblici per tutta la giornata e lutto cittadino a Campobasso e nel paese di Oratino. I funerali in forma solenne si svolgeranno alle 16.30 nella cattedrale del capoluogo. Ad officiare il rito funebre sara’ monsignor Vincenzo Pelvi, Ordinario militare per l’Italia.