Home News Caro Berlusconi, grazie per esserci stato e averci regalato vent’anni di libertà

Da che pulpito

Caro Berlusconi, grazie per esserci stato e averci regalato vent’anni di libertà

26
6

 

Caro Silvio Berlusconi,

sono una qualsiasi dei milioni dei tuoi elettori.

Ho visto le immagini di stasera: quattro scalmanati cresciuti a odio e Santoro, che non riuscendo mai a vincere le elezioni ( e chi li vota?) si sono ridotti a festeggiare le dimissioni di una persona che invece le ha vinte tante volte. Quattro scalmanati che salutano come salvatore della patria un banchiere mai votato da nessuno (Monti), indicato da un comunista mai pentito di aver sostenuto le peggiori dittature del secolo scorso (Napolitano).

Allora ho deciso di scriverti, per ringraziarti, invece, dei vent’anni di libertà che ci hai regalato.

Ti ringrazio, perché scendendo in campo nel ’94 ci hai salvato dalla “gioiosa macchina da guerra” che avrebbe voluto fare dell’Italia un paese governato da alcune procure. Le stesse che ti hanno perseguitato per vent’anni, e se adesso quei poteri sembrano aver vinto, sappi che non potranno avere la meglio come sarebbe stato vent’anni fa, perché nel frattempo le tue incredibili vicende ci hanno aperto gli occhi. Non praevalebunt.

Ti ringrazio, perché ci hai liberato dagli inciuci della Prima Repubblica, e ci hai fatto vedere che noi cittadini possiamo scegliere il nostro premier, e anche la coalizione che ci governa. E se ci stanno riprovando, le stesse facce di allora, a ripetere la storia – figliocci della “parte oscura” della DC – adesso siamo consapevoli del fatto che quella non è l’unica politica possibile.

Ti ringrazio perché ci hai fatto vedere che quelli del cosiddetto salotto buono del paese – a partire dai direttori del Corriere, di Repubblica, insieme a tanti sussiegosi e vuoti editorialisti, incapaci di costruire alcunché nella loro vita, e insieme a vili servi dei potenti, assoldati come giornalisti “anticasta” (ma la loro è la vera casta) – ecco, quelli del cosiddetto salotto buono sono solo vogliosi di potere, sprezzanti del popolo, e per loro è insopportabile che gente al di fuori della loro cerchia possa avere accesso alle istituzioni.

Per questo non ti hanno mai tollerato: tu non sei mai stato asservito a loro, non sei uno di loro, non sei quello che ha le parole giuste, le amicizie giuste, i vestiti giusti, i modi giusti, insomma, tutto giusto al posto giusto. Tu parli come uno di noi, e, paradossalmente, pur immensamente ricco, sei uno di noi. Per questo non ti tollerano.

Ti ringrazio perché hai cercato di salvare Eluana Englaro, con un coraggio che pure certi illustri prelati se lo sognano. Chi salva una vita, o cerca di salvarla, salva il mondo intero, e Dio te ne renderà merito.  Solo tu avresti potuto farlo, quel tentativo disperato, e sta’ certo che comunque in tanti non lo dimenticheremo mai, come non dimenticheremo il vile timore di tanti che sono pronti a riempirsi la bocca di parole in difesa della vita, e che allora, invece, erano atterriti dallo scontro con il compagno Napolitano.

Un grande cardinale ha spiegato che è meglio  essere contestati che irrilevanti. Te lo voglio ripetere, in questa sera amara e dura, non per consolarti ma perché questa è la sorte di chi nella storia ci entra con tutti e due i piedi, e ci mette la sua faccia, sbagliando pure, e magari pure sbagliando tanto, ma mettendo in gioco tutto se stesso, come hai fatto tu, che di tanto puoi essere accusato ma non certo di irrilevanza.

In questi tre anni per fermarti hanno fatto di tutto, approfittando certo anche di tuoi errori, ma non è questo il punto: sei stato alla mercè delle procure, ti hanno origliato come neanche in Unione Sovietica, coperto di fango e svillaneggiato, poteri forti e circuiti mediatici e giudiziari che pur di farti fuori hanno messo in seria difficoltà il paese, e adesso, gli stessi, dicono di volere un altro governo per il bene dell’Italia. Quell’Italia che loro, e non tu, hanno gettato nel ridicolo agli occhi del mondo.

Voglio ringraziarti perché ti sei battuto come un leone, fino alla fine.

Abbiamo assistito obtorto collo ad un golpe. Non avresti potuto fare diversamente: saresti stato il capro espiatorio dello spread, dei mercati, e di tutte le altre diavolerie che hanno lanciato contro l’Italia per farti fuori, e farci fuori. Votare adesso, subito, avrebbe significato votare sotto le bombe, col terrorismo mediatico sul paese che sprofondava, e tutta la colpa sarebbe stata tua. La democrazia è stata momentaneamente sospesa.

Ma non finisce qua. Adesso comincia. Noi, intanto, teniamo gli occhi ben aperti, su Monti & C..

Per ora, un grande, grandissimo e affettuoso abbraccio: siamo in piedi sulle sedie, in tanti, a salutarti “o capitano mio capitano”, ma a questo film, stavolta, un seguito ci sarà.

Assuntina Morresi

 

  •  
  •  

26 COMMENTS

  1. per sempre
    Grazie Presidente per i bei sogni di libertà che abbiamo fatto insieme a lei, un augurio per una lunga vita di ricordi felici.

  2. Grazie ex presidente per
    Grazie ex presidente per averci fatto ridere in faccia da tutto il mondo, per aver regalato corna e gaffe maldestre sul panorama internazionale, per aver portato le escort in parlamento, per aver dato dei coglioni agli italiani che non la pensano come lei, per aver dato dell’abbronzato a Obama ed insultato involontariamente o meno diversi leaders, per aver reso famoso Scilipoti, per il bunga bunga, per i soldi regalati a Tarantini e le case regalate alle Olgettine, grazie per aver lasciato il paese poco peggio di come l’ha trovato, per le 70 e più leggi ad personam, per aver salvato le sue preziose aziende e per averci affondato nell’abisso di un potenziale fallimento… Grazie soprattutto per essere uscito di scena nel modo che meritava, perchè si raccoglie sempre ciò che si semina!

  3. @Anonimo
    Caro, gli unici ridicoli siete voi. Grazie Presidente, non so se avrà ancora voglia di scendere in campo, preghero’ perchè almeno non si accaniscano. Grazie perchè mi ha reso fiero del mio governo quando ha provato con a salvare la vita di Eluana, grazie perchè ha saputo mettere i bambini viziati come il Signor Anonimo al loro posto. Adesso Caro Presidente tocca a noi. Non si abbatta credo che sia stato molto più importante qell che non ha fatto puttosto che quello che non è riuscito a fare. La storia le darà ragione. Intanto si rilassi: ho una buona notizia per Lei, il Signor Anonimo e compagnia cantante non fanno figli, si tratta solo di guadagnare tempo e i suoi nemici, i nemici del nostro bel paese, spariranno da soli.Buone, meritate,vacanze!

  4. Fervidi ringraziamenti
    Si ringrazia vivamente Berlusconi non solo per essersi dimesso ma anche per aver deciso di sloggiare da Palazzo Grazioli. Sarà così possibile per l’Atac il ripristino della fermata degli autobus di Via del Plebiscito, posta nei pressi dell’ingresso della suddetta sua residenza e, conseguentemente, già sospesa per motivi di sicurezza dal Prefetto di Roma.

  5. @ Marco
    Nel senso che passa, se ne va e mai più ritornerà con la sua ingombrante presenza da narciso patologico? Beh, in tal caso, ponti d’oro a nemico che fugge, tanto il mio voto se l’è ormai ampiamente giocato!!!!!!!!!!!!

  6. Anticomunismo
    Grazie per aver reso l’anticomunismo un valore irrinunciabile per un paese che si definisce democratico. L’Italia, grazie alla sinistra, è ancora il meno occidentale dei paesi europei, ma prima o poi riusciremo a modernizzarla.

  7. Berlusconismo… Hurray !
    Grazie Silvio, per l`enorme, positiva innovazione che hai voluto e saputo dare al modo di far politica in questo Paese, dimostrando che l`Italia si puo’ governare bene. Cosa che ha fatto paura a questa sinistra ipocrita, la quale non essendoci riuscita con gli alleati magistrati, s`e’ dovuta alleare con i miliardari modiali per, mascalzonamente, farti metter da parte. Vorrei fare una domanda al poco On. Sig. Bersani; Si ricorda di quante volte ha accusato l`On. Bossi di rimanere alleato ad un miliardario, come fosse una terribile vergogna? Usando una tipica espressione comunista che faceva delirare le folle proletarie che istantaneamente innalzavano falci e forche. Come la mettiamo ora?
    Un ringaziamento grande va anche a lei, qualiasi ma nobile di spirito, cittadina Assuntina, il suo articolo, che sottoscrivo in pieno, esalta quanto Berlusconi ha fatto e da vita al berlusconismo, senza il quale il futuro italico ripiomberebbe nell`oblio. Ci son certe facce rapaci in giro…!

  8. capitano…
    “o capitano, mio capitano”, grazie, grazie per aver spinto questa nave contro un iceberg di cui pagheremo le conseguenze per chissa’ quanto; grazie per aver messo su un parlamento di pluricondannati per reati vari, anche mafiosi; di aver creato una squadra di ministri che neanche il Numero 1 del gruppo TNT era riuscito a fare; di aver mentito spudoratamente e puntualmente; di aver anteposto i suoi interessi personali (e problemi guridici) al benessere del Paese; di averci reso piu’ poveri; di averci reso piu’ disoccupati; di averci reso piu’ amareggiati; grazie per averci dimostrato che la prostituzione (anche minorile) va combattuta per le strade e incoraggiata nelle case private; per averci dimostrato che in galera ci va chi non ha amici potenti, non chi e’ nipote di Mubarak; grazie per aver fatto piu’ leggi ad personam che ad paesem; grazie per averci spiegato che la crisi non c’e’ perche’ lei, sig. Berlusconi, trova il ristorante pieno; grazie per aver corrotto giudici e finanzieri; grazie per averci reso ridicoli davanti al mondo intero; grazie per aver permesso che si speculasse sul terremoto in Abruzzo; grazie per essere riuscito a insultare e deridere i suoi avversari politici mentre si atteggiava a martire; grazie per le barzellette stupide e offensive; grazie per aver incoraggiato la discriminazione verso religioni e culture varie, nonche’ verso gli omosessuali e infine anche verso le donne, da lei considerate merci, pregevoli ma merci; grazie per essersene fregato di noi.
    Tuttavia, mi perdoni (archiviamo il “mi consenta”), ma mi sento leggermente sollevato dalla sua fine politica. Non la odio, l’odio (sempre usato a pretesto per tentare di confutare le critiche senza argomentazioni) non c’entra nulla. Niente odio, ma forse neanche troppa gratitudine.

  9. Grazie per averci fatto deridere ovunque!
    Grazie per aver ridotto la politica italiana ad un pollaio manicheo in cui si è “o con me o contro di me”; grazie per aver “sdoganato” la peggiore destra d’Europa che a decenni dalla caduta del nazifascismo rimpiange ancora il duce e sputa sui valori fondanti della Repubblica; grazie per averci fatto ridere dietro dai giornali e dalle televisioni di tutto il mondo per le tue gaffes, le tue corna, i tuoi cucù e le tue frequentazioni di lavitoli e nipoti di Mubarak; grazie per aver corrotto un giudice per ottenere una sentenza favorevole e nonostante questo essere rimasto in carica come se nulla fosse accaduto; grazie per aver chiamato “coglioni, terroristi, amici di terroristi, antitaliani” coloro che non ti hanno mai votato e che hanno sempre detto che saresti stato un fallimento epocale; grazie per aver dimostrato di essere un fallimento epocale portando lo spread fra Italia e Germania dal 37 di Prodi al tuo quasi 600. Grazie di tutto e a non rivederci.

  10. Vorrei sottoscrivere in
    Vorrei sottoscrivere in tutto l’articolo. Grazie Presidente! ed io sono sicura che la tua vicenda politica è ben lontana da essere finita qua. Siamo ancora in tanti con te!

  11. hai dimenticato…
    cara Assuntina…
    un grazie per aver deriso il nostro parlamento “convincendolo” che Ruby era la nipote di Mubarak bisognosa di aiuto,
    per aver fatto del bene alle sgallettate che si portava a villa certosa,
    per aver trasformato questa Italia che amiamo in un puttanaio peggio del drive-in…
    e meno male che sei una donna,
    è proprio le donne hanno subito il peggio dai 20anni di berlusconismo…
    carfagna, minetti, gelmini, ruby, d’addario,le 100 (o quante erano) precettate per gheddafi,
    vomitevole…queste sono le donne “meritevoli” d’Italia,
    ti prego NO!
    Siete meglio di così, vi conosco, siete meglio,
    siete molto meglio.
    Rialzatevi e cancellate questo schifo!

  12. Come sarebbe a dire…
    Dicevo, come sarebbe a dire, “chi li vota”? E le legnate che Berlusconi ha preso alle ultime amministrative, a Milano e Napoli, ce le siamo scordate?

    Se tutto va come pare debba andare, non sono ci siamo levati dalle scatole per sempre lui ma anche i suoi supporter come la Morresi; anzi se ci va di lusso, questi da qui a un po’ si vergogneranno ad uscire di casa.

  13. Grazie Presidente, non si
    Grazie Presidente, non si curi dei tanti detrattori, anche su questo foglio (a proposito, come mai si deliziano tanto anche nei ns. siti?: per molti italiani, la maggioranza, ovviamente, Lei è stato un grande Presidente, che rivoteremo molto volentieri alle prossime (fra non molto) elezioni, dando una lezione a questi truci individui che non hanno fatto altro che dare dell’Italia una visione sgangherata (al contrario di Lei che si è fatto rispettare in tutto il mondo). Quando tornerà in questi club internazionali, ragioni a muso ancora più duro contro i Sarkozi e le Merkel, e se serve, ci porti fuori dall’euro, se nessuno è in gradi di proteggerlo come U:E:
    Non si preoccupi:continueremo a seguirLa con affetto. Ad maiora.

  14. articolo assuntina morresi
    BRAVISSIMA, CONDIVISIBILE IN TUTTO.SONO CERTA CHE NON MOLLERA’ E SAPRA’ OFFRIRCI ANCORA MOMENTI ESALTANTI.

  15. Berlusconi ci ha portato i
    Berlusconi ci ha portato i mafiosi in parlamento, ha offeso il ns.paese facendoci deridere in tutto il mondo, per non parlare delle campagne acquisti di traditori quali Scilipoti e compagnia ignorante… Il disastroso “berlusclown” che ci ha devastati a livello internazionale facendoci passare dal mitico “Pizza, Mafia e Mandolino” ad un derisorio “Berlusconi, Bunga bunga e Forza gnocca”… Spero che il governo non votato dei tecnocrati docenti, una vera Bocconicrazia, riesca almeno a traghettarci verso il voto facendoci dimenticare in fretta il peggior ventennio italiano dopo il fascismo!

  16. Nulla di cui vergognarsi, davvero
    La signora Prestigiacomo, a seguito delle reazioni di piazza alla caduta di Berlusconi, dichiara indignata di non avere proprio nulla di cui vergognarsi. Solo per fare un esempio, vorrei sapere se lei fu fra quelli che votarono in Parlamento la certezza, da parte del Capo, che la prostituta minorenne marocchina fosse davvero “la nipote di Mubarak”. Di certe indegnita’, evidentemente, ci si dimentica un po’ (troppo) alla svelta.
    Fabio

  17. Sull’ articolo del 14 nov
    Sull’ articolo del 14 nov 2011 di Assuntina Morresi. Splendido, come lo avessi scritto io …Berlusconi santo subito? No davvero, qualche peccatuccio sulla coscienza ce l’ha. Però, santiddio, la verità vera è che se non c’era lui con il suo appannaggio in dané, Asssuntina e Teresa che caspita avrebbero potuto fare? La discesa in campo? Essai che successone….
    Hanno detto che non dobbiamo morire democristiani. E vabbé, mi sono ormai rassegnata. Però non voglio morire nemmeno tecnocrate, anche perchè qui è da Mani pulite ad oggi che vogliono farci morire comunisti.

  18. Peccatore
    Grazie Assuntina, il tuo articolo mi ha portato tanta felicità, ma non capisco una cosa…la chiesa non dovrebbe condannare i peccatori che copulano in orge con prostitute? Ti prego Assuntina scrivi ancora brani comici di questo genere, potrai essere scritturata per il prossimo film dei Vanzina

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here