Carrefour non va: tre supermercati chiusi e 500 esuberi in vista

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Carrefour non va: tre supermercati chiusi e 500 esuberi in vista

23 Gennaio 2017

Chiusura di tre punti vendita, a Borgomanero e Trofarello, in Piemonte, e Pontecagnano (Napoli) e 500 lavoratori in esubero. Sono i tagli annunciati in Italia dal gigante della grande distribuzione secondo Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UILTuCS, che annunciano una mobilitazione per il 27 e il 28 gennaio.

Lo stato di agitazione e l’astensione dal lavoro sarà regolato in modo variabile a seconda del territorio. Da parte sua l’azienda ha chiesto la riapertura del tavolo negoziale. L’azienda sostiene che la drastica decisione rientra nel piano di ristrutturazione per il 2017 ed “è motivata dal calo di vendite registrato nel formato Ipermercati, generalizzato nel mercato italiano”.

“L’azienda è conscia delle ricadute di questo annuncio e dichiara la propria disponibilità a valutare il ricorso a strumenti in grado di minimizzare l’impatto di tale piano sui lavoratori coinvolti, sulle loro famiglie e sulle comunità locali” rende noto Carrefour Italia.