Carrie sguardo di Satana, remake per ragazzina sfigata è indemoniata

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Carrie sguardo di Satana, remake per ragazzina sfigata è indemoniata

16 Gennaio 2014

 Nuovo remake al cinema per "Carrie", la ragazzina un tanto sfigata quanto indemoniata portata al successo letterario da Stephen King è divenuta protagonista di un film culto del genere horror diretto nel 1976 da Brian De Palma. Ora ci riprova Kimberly Peirce, che al suo attivo ha già "Boys don’t cry", scegliendo come protagonisti Chloë Grace Moretz e Julianne Moore che prendono il posto di Sissi Spacek e Piper Laurie. Carrie e’ uno di quei film settantottimi dove dietro la maschera di genere, in questo caso lo splatter con la scena finale della ragazza completamente insanguinata, si nasconde il profondo sentimento anti cristiano che serpeggiava nella società statunitense uscito dalla rivoluzione sessuale, prima del grande revival religioso ed evangelico degli anni ottanta, che dimostrò come essere credenti non era ne’ da sfigati ne’ da indemoniati.