Caso Marrazzo. Cassazione: “E’ stato vittima di un’imboscata”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Caso Marrazzo. Cassazione: “E’ stato vittima di un’imboscata”

19 Aprile 2010

L’ex governatore del Lazio Piero Marrazzo fu vittima di un’imboscata organizzata dai Carabinieri. Lo ha sottolineato oggi la Cassazione affrontando per la prima volta il caso dell’ex governatore del Lazio e depositando le motivazioni del provvedimento con il quale ha confermato le misure cautelari nei confronti dei Carabinieri coinvolti. Nell’operazione il maresciallo Nicola Testini avrebbe avuto un ruolo predominante.

Secondo la Cassazione Piero Marrazzo fu "chiaramente la vittima predestinata" di una "imboscata organizzata ai suoi danni" da alcuni Carabinieri della Compagnia di Roma Trionfale. Per di più, sostiene la Corte, nei suoi confronti non è ravvisabile alcuna responsabilità penale né per quanto riguarda l’uso dell’auto blu, usata per raggiungere l’appartamento di via Gradoli per incontrare il trans Natalie, né per quanto riguarda l’eventuale utilizzo di cocaina.