Catania. Ufficiale da’ fuoco a moglie e figli

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Catania. Ufficiale da’ fuoco a moglie e figli

12 Novembre 2009

È stato dimesso dall’ospedale di Giarre (Catania) il sottufficiale dell’aeronautica militare di 36 anni, Salvatore Capone, che al culmine di una lite familiare ha appiccato il fuoco alla moglie, Maria Rita Russo, di 31 anni, dopo averla cosparsa di alcool, e ferendo in maniera lieve i 2 figli gemelli di 3 anni.

L’uomo è stato medicato per problemi respiratori non gravi causati dall’esalazione del fumo provocato dalle fiamme. È stato condotto nella caserma dei carabinieri della compagnia di Giarre dagli stessi militari che lo piantonavano in ospedale. Agli investigatori, Capone non avrebbe detto alcunché, non rispondendo alle prime domande che gli sarebbero state poste.