Home News Cavour e Garibaldi, le figure chiave del Risorgimento italiano

Cavour e Garibaldi, le figure chiave del Risorgimento italiano

0
62

Diversi sono i significati che la storiografia ha attribuito al termine Risorgimento italiano. La definizione più comune è quella che riguarda l’aspetto politico-territoriale e parla di un processo storico che portò alla formazione dello stato unitario italiano, facendo della penisola un organismo politico unito e indipendente a base nazionale con Roma capitale dal 20 settembre 1870. Conseguenza di tale processo fu la fine dei vecchi Stati a vantaggio della monarchia Savoia, con Vittorio Emanuele II primo re d’Italia. I mutamenti che ne derivarono influirono anche sulla sfera economico-sociale dell’Italia di allora. Mentre ancora alla fine del Settecento, la forza economicamente e socialmente dominante era rappresentata dall’aristocrazia fondiaria, di origine feudale o mercantile, alleata con la Chiesa, e i ristretti gruppi di borghesia di tipo moderno, che avevano preso a consolidarsi nel corso del XVIII secolo, erano ancora deboli e subordinati, a unità realizzata la funzione dirigente appariva ormai prerogativa principalmente dei ceti borghesi e l’aristocrazia terriera non si presentava più come il gruppo dominante. Il Risorgimento può dunque essere considerato come una di quelle “rivoluzioni borghesi” che tra il declinare del XVIII secolo e la prima metà del XIX caratterizzarono la storia europea, anche se poi tra i ceti borghesi vittoriosi e la nobiltà terriera, ormai indebolita dalle riforme del dispotismo illuminato settecentesco e da quelle del periodo napoleonico, si realizzò un compromesso che non alterò nei suoi tratti sostanziali l’arretrata struttura socio-economica delle campagne, lasciando pressoché invariato il peso dei residui feudali e della rendita fondiaria che gravavano sulle popolazioni contadine, che costituivano allora il 70% circa della popolazione complessiva del paese.

Gli anni del Risorgimento videro il fiorire di un ricco dibattito intorno alla questione dell’unità d’Italia a cui presero parte alcuni fra i più illustri intellettuali dell%E2

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here