Home News Chavez contro la Chiesa: “Repellente e indegna”

Chavez contro la Chiesa: “Repellente e indegna”

0
83

“Repellente e indegna”, così il ministro venezuelano del Potere popolare per le relazioni con l'estero, Nicolás Maduro Moros, ha apostrofato la Chiesa cattolica accusandola “di utilizzare persone con la tonaca e con il titolo di vescovo per emettere giudizi politici funzionali al piano di destabilizzazione denunciato qualche giorno fa dal presidente Chavez”.

L'uscita di Maduro, non nuovo a un lessico sopra le righe rispetto al ruolo che ricopre, null'altro è che una reazione all'esortazione pastorale dell'88ª assemblea plenaria della Conferenza episcopale venezuelana (Cev), resa pubblica venerdì scorso e avente, come titolo, una vera e propria supplica al governo rivoluzionario e bolivariano di Hugo Chavez: “In Venezuela urge il dialogo e la riconciliazione”.

Il punto d'attrito tra Chiesa e governo bolivariano è la riforma della Costituzione del 1999. Chavez sta facendo di tutto per modificarla in tempi rapidi per rafforzare la sua rivoluzione, accentrare il potere e trasformare la legge suprema del Venezuela in uno strumento che potrà piegare a suo piacimento.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here