Chiodi: Pdl Abruzzo primo in Italia con 44,5%

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Chiodi: Pdl Abruzzo primo in Italia con 44,5%

08 Giugno 2009

Il presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi è soddisfatto del risultato elettorale del Pdl alle Europee.

«Esaltante quello ottenuto alle Europee dal Pdl abruzzese – è il suo giudizio – che migliora di ben tre punti percentuali quello delle politiche dello scorso anno e che, tra l’altro, con il 44,5% di voti fa registrare la migliore performance del partito a livello nazionale».

Questa circostanza «consente al Pdl di rafforzare notevolmente la propria leadership in questa regione essendo riuscito addirittura a doppiare la percentuale raggiunta dal Partito Democratico», spiega Chiodi. Chiodi però riflette anche sull’astensionismo: «Un tale consenso non deve appagarci bensì fungere da stimolo per proseguire con slancio la nostra azione di Governo».

«Gli elettori abruzzesi hanno premiato la politica dei fatti e condannato quella parolaia basata in gran parte su strumentalizzazioni e provocazioni. Segno evidente che ha funzionato al meglio il raccordo che, come in occasione del tragico evento del sisma, c’è stato e continua ad esserci tra Giunta regionale, Governo centrale ed amministrazioni locali. La gente d’Abruzzo ha percepito la vicinanza dello Stato ed in particolare del Premier e del suo Governo e le attività che, come Giunta regionale, stiamo sviluppando fin dall’inizio del nostro mandato elettorale», ha concluso il governatore abruzzese.