Home News Ciak si gira: il made in Abruzzo va in scena a Milano

l'Occidentale Abruzzo

Ciak si gira: il made in Abruzzo va in scena a Milano

0
6

Ciak , si gira. Siamo nella tensostruttura del Milano fashion Design in piazza Liberty, in occasione della Fiera Enogastronomica curata dall’editore Mondadori. Protagonisti assoluti della scena, il ricco assortimento di eccellenze enogastronomiche e le ricette tipiche del “made in Abruzzo”. In programma importanti appuntamenti per diffondere nell’aria l’essenza della cuisine locale e promuovere le bellezze della terra dannunziana.

Chef stellati e corsi di cucina ad hoc, per illustrare le fasi di preparazione di vere e proprie prelibatezze, frutto di una storica tradizione culinaria  fatta di gusti, sapori ed odori “di una volta” reinterpretati alla luce di tempi e stili moderni. Una sinfonia di colori avvolgerà lo spazio espositivo dedicato all’Abruzzo, ai suoi cibi ed ai suoi preziosi vini, che negli ultimi tempi hanno conquistato prestigiosi riconoscimenti di qualità. In Abruzzo insomma, non solo si mangia bene, ma si mangia anche sano, utilizzando ingredienti genuini e di qualità. La tradizione gastronomica riflette la varietà di un territorio che abbraccia mare e monti, dalla Bella Addormentata alla pittoresca costa dei trabocchi, dove un turista può assaggiare i prodotti del mare, appena pescati, sospeso su palafitte col rumore delle onde in sottofondo. Una grande varietà di prodotti, insomma, proprio per soddisfare i diversi   gusti e palati. Oltre ai sapori regionali, non può di certo mancare un altro asso nella manica dell’Abruzzo, il suo prodotto turistico.

Il piccolo assaggio della “terra d’Abruzzo” non è quindi  soltanto enogastronomico, al visitatore è offerta  anche  la chance di curiosare fra immagini e brochure che ritraggono l’unicità del “brand Abruzzo”, i parchi e le riserve naturali dal fascino incontaminato, gli antichi borghi, le città d’arte come l’Aquila, intrise di storia ed i chilometri di splendido litorale. Promuovere il marchio turistico autoctono,insomma, è fra le priorità di coloro che hanno incentivato la partecipazione della regione all’iniziativa milanese. L’intento, quello d’incuriosire gli amanti della buona forchetta-motivati dall’assaggio dei piatti tipici- ad unire l’utile al dilettevole, orientando la scelta  delle prossime vacanze verso la “destinazione Abruzzo”.

"Dopo il successo di Abruzzo di Sera e gli Incontri di gusto  al Museo dei Navigli - esordisce l’assessore regionale alle Politiche Agricole Mauro Febbo - torniamo a Milano con un altro importante appuntamento per valorizzare  le eccellenze enogastronomiche regionali. Stiamo puntando molto su Milano, da sempre piazza strategica per le nostre produzioni, ancora di più in questo periodo in cui il capoluogo lombardo si sta preparando ad ospitare l'Expò 2015. La nostra regione è l'unica, assieme alla Sicilia, ad esser  presente al 'Milano Food Experience', affiancando i suoi prodotti a quelli delle grandi aziende del "made in Italy" nel mondo. L'azione di questo Governo regionale punta molto sulla promozione dei prodotti tipici, grande risorsa economica e turistica".

“Negli ultimi anni, l'enogastronomia ha rappresentato uno dei segmenti trainanti della domanda turistica ed una delle motivazioni principali di viaggi e vacanze in Italia – spiega l'assessore al turismo Mauro Di Dalmazio. Un segmento che riscuote grande  attenzione su  target ampi e diversificati, per provenienza e fasce sociali. C'è forte interesse per la destinazione Abruzzo e l’ampia partecipazione di  pubblico fa di questa iniziativa un ottimo veicolo promozionale- prosegue l’assessore. Grande successo anche per l'esibizione di showcooking dello chef stellato Giuseppe Tinari che ha catalizzato l'attenzione con la sua “battuta di agnello croccante alla fonduta di pecorino”, ricetta autentica e raffinata ,che entusiasmando i presenti, ha fatto risaltare l’eccellenza della cucina tipica abruzzese”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here