Cina, frana nello Shenzhen seppellisce 60 mila metri quadri

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Cina, frana nello Shenzhen seppellisce 60 mila metri quadri

21 Dicembre 2015

Sarebbero 59 le persone disperse dopo che ha una frana gigantesca ha colpito la città di Shenzhen in Cina. La frana ha interessato il distretto industriale di Shenzhen, uno dei più importanti centri manifatturieri nella provincia del Guandong, al confine con Hong Kong. A tenere informati sulla conta dei dispersi il servizio di sicurezza della città, anche se nei rapporti non si parla di persone morte. La frana avrebbe coperto un’area enorme, 60 mila metri quadrati, seppelliti da 6 metri di detriti, secondo quanto hanno rilevato i geologi e i tecnici accorsi dopo la tragedia. Le autorità di Shenzhen hanno fatto sapere di aver evacuato in totale circa 900 persone, mentre oltre 1.500 persone sono impegnate nelle operazioni di soccorso. La televisione di Stato cinese, CCTV, ha aggiunto che nei pressi della zona industriale c’erano anche dei dormitori per i lavoratori, che sarebbero stati seppelliti anch’essi. L’evento avrebbe potuto assumere dimensioni ancora più tragiche se i cittadini fossero rimasti inerti, mentre invece, sempre secondo le autorità, in molti si sono salvati dalla frana scappando al momento giusto.