Cina. Minatori intrappolati in pozzo di carbone, poche speranze di trovarli vivi

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Cina. Minatori intrappolati in pozzo di carbone, poche speranze di trovarli vivi

17 Ottobre 2010

I soccorritori cinesi hanno detto oggi di avere poche speranze di ritrovare vivi gli 11 minatori intrappolati da ieri in un pozzo di carbone dopo uno scoppio di grisou che ha ucciso 26 loro compagni di lavoro.

Citato dall’agenzia Nuova Cina Du Bo, vice direttore delle operazioni di soccorso, ha detto che ci sono "poche speranze che i minatori intrappolati siano sopravvissuti e ci vorranno 3 o 4 giorni per ritrovarli".

È infatti possibile che i lavoratori intrappolati siano rimasti sepolti a 50-80 metri di profondità da oltre 25 tonnellate di polvere di carbone che hanno tappato il pozzo dopo l’esplosione e soffocato gli altri 26.

La miniera è situata a Yuzhou, nella provincia dell’Henan, e dei 276 uomini che si trovavano sul fondo della miniera, 239 sono riusciti a risalire alla superficie. La situazione della sicurezza delle miniere in Cina è drammatica: solo l’anno scorso, secondo dati ufficiali, sono morti 2.631 minatori.