Cinema: in arrivo la versione porno di “Avatar”

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Cinema: in arrivo la versione porno di “Avatar”

17 Maggio 2015

Hustler è la casa di produzione reginetta delle porno parodie, film ispirati da grandi capolavori del cinema ma anche pellicole che prendono in giro personaggi celebri come Sarah Palin e Tiger Woods e serie televisive molto note come Happy Days e Star Trek.

Nel 2010 ebbe molto successo al festival del porno di Berlino la versione hard di Avatar – This Aint Avatar XXX – titolo giudicato all’epoca troppo fiacco dal sito americano “Empire” che aveva chiesto ai suoi lettori di sbizzarrirsi nella ricerca di nomi alternativi.

La novità, pubblicizzata all’epoca da Hustler, era che This ain’t Avatar XXX, diretto da Axel Braun (figlio d’arte, il padre era un noto regista porno) e interpretato da Nicki Hunter e Misty Stone, fosse girato in 3D, un film tridimensionale costato un mucchio di dollari.

Gli spettatori insomma, dopo aver indossato gli occhiali 3d, si trovavano di fronte gli omini, anzi, omoni blu di James Cameron impegnati in erculee imprese erotiche protagonisti di queste parodie pornografiche, anche se fin dal trailer il produttore fece di tutto per avvertire il pubblico che la pellicola non aveva nulla a che fare con il celebre Avatar di Cameron.

Ma la produzione di parodie dei film hard non conosce ostacoli, con titoli che sono tutti un programa, Metrombolis, Eiaculazione da Tiffany, Le affinità erettive, Via col ventre, l’elenco potrebbe essere lunghissimo, tanto che si è dovuto pensare a una etichetta apposita, “XXX Parody”, per distinguerli dagli originali.

Le parodie xxx mostrano in ogni caso che contaminandosi il genere porno sembra godere di ottima salute oltre che di denso della ironia, anche se immaginare versioni pornografiche di prodotti televisivi già spinti per conto loro, si pensi a celebri serie come il Trono di Spade, certe volte, può essere complicato.

Così, da Game of Thrones siamo arrivati a Gay of Thrones.