Civati non si rassegna e sogna l’area Rodotà

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Civati non si rassegna e sogna l’area Rodotà

04 Dicembre 2013

"Se dovessi vincere le primarie non mi sentirei già in corsa per la premiership. Ma se vincessi cambierebbe il mondo e tutte le porte si aprirebbero", lo dice Pippo Civati, candidato della sinistra Pd alle Primarie, in una intervista a Repubblica. "Sicuramente il governo Letta non avrebbe vita lunga. Io penso che anche Renzi voti per me nel segreto dell’urna perché sono l’unico che punta a mandarea casa le larghe intese". Secondo Civati, il Pd deve ricostruire una alleanza del centrosinistra "tenendo insieme Sel e l’area Rodotà", ovvero "quell’area psicologica che sta tra Sel, il Pd e i 5 stelle".