Home News Clima, anche la Cina al vertice

Clima, anche la Cina al vertice

0
30

Dopo Barack Obama un'altra presenza illustre al vertice del clima di Copenaghen. A rappresentare la Cina ci sarà il premier Wen Jiabao. Lo ha rivelato il portavoce del governo di Pechino.

Oltre a confermare la sua presenza , il presidente Usa ha fatto un annuncio importante: “Taglio del CO2 del 42% entro 2030”. E a Copenaghen presenterà il suo piano: riduzione delle emissioni di gas nocivi del 17% entro il 2020 e del 42% entro il 2030, rispetto al 2005. Secondo fonti della Casa Bianca, gli Usa puntano ad arrivare all'83% in meno di emissioni entro il 2050. Le proposte che il presidente intende portare a Copenaghen il 9 dicembre, ricalcano in sostanza quelle del Camera dei Rappresentanti, che l'estate scorsa aveva approvato un progetto di legge in proposito. Il Senato, che difficilmente si occuperà di clima prima della primavera essendo impegnato con la riforma della sanità, punta dal canto suo a una riduzione del 20% entro il 2020, ma la legge incontra durissime opposizioni e rischia di non passare.

All'indomani dell'annuncio che gli Usa metteranno sul tavolo dei negoziati una proposta concreta sul taglio delle emissioni di CO2, Al Gore plaude a Obama sostenendo che ha fatto “un passo importante”. “Coloro che temevano che gli Stati Uniti avessero abdicato alla loro responsabilità mondiale dovrebbero riporre speranza in queste azioni e lavorare perché da Copenaghen arrivino un forte accordo operativo e le linee guida perché si possa completare il prossimo anno un trattato esaustivo”.

Al vertice sarà presente anche Berlusconi.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here