Clima, Trump al New York Times: non ho pregiudizi su Cop21

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Clima, Trump al New York Times: non ho pregiudizi su Cop21

23 Novembre 2016

E’ il New York Times a informarci del fatto che il presidente eletto degli Usa, Donald Trump, ha fatto delle aperture sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici. Trump ha assicurato che affronterà senza pregiudizi il ritiro o meno degli Usa dall’accordo di Parigi COP 21.

Sembra attutirsi, quindi, l’effetto-Trump, che faceva temere conseguenze disastrose per gli Accordi di Parigi; la Marrakech Action Proclamation (MAP), la dichiarazione politica di tutti i governi che partecipano alla COP22, ha affermato senza ambiguità che “la direzione di marcia nella lotta ai cambiamenti climatici avviata a Parigi è irreversibile”. I negoziati a Marrakech però sono ancora bloccati su altre questioni, come gli aiuti finanziari ai paesi più poveri per sostenere la loro azione climatica e il programma di lavoro dei prossimi due anni che dovrà trainare fino alla COP24, dove si deve avviare la revisione degli impegni inadeguati assunti lo scorso dicembre a Parigi.

Trump, appoggiato da una maggioranza bipartisan al Congresso, ha anche annunciato di voler recedere dal trattato di libero scambio trans-Pacifico (Tpp) che il suo predecessore, Barack Obama, ha lavorato duramente per conseguire. Trump sostiene che l’accordo di libero scambio danneggerà l’economia e il mercato del lavoro domestici statunitensi e non influenzerebbe in senso positivo questioni come quella dell’ambiente.

 “Abbiamo dimostrato di cosa sono capaci i nostri due Paesi quando lavorano insieme, in particolare nel ruolo di primo piano che abbiamo giocato nel contrasto ai cambiamenti climatici“, ha detto Obama al presidente cinese, auspicando l’inizio di un lavoro che consenta alle due economie una transizione più sostenibile e in linea con gli accordi di Parigi sulla riduzione delle emissioni di gas serra.