“Commentatori” del blog di Grillo. La Cancellieri fa educazione civica

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

“Commentatori” del blog di Grillo. La Cancellieri fa educazione civica

15 Maggio 2013

Nonostante tutte le menate sulla netiquette, la buona educazione su Internet e social network è una chimera. Bene ha fatto quindi il ministro della Giustizia Cancellieri ad autorizzare la Procura di Nocera Inferiore a perseguire 22 persone che sul blog di Grillo avevano preso di mira il Presidente della Repubblica Napolitano "con commenti lesivi della onorabilità e del prestigio" del Capo dello Stato.

Grillo ovviamente fa la vittima, pubblica sul suo blog un post provocatorio post, "Napolitano senza commenti" , dicendo che nessuno può essere al sicuro da "un’eventuale denuncia per una critica al presidente della Repubblica". "Questo post – aggiunge – per evitare denunce a chicchessia sarà, per la prima volta nella storia del blog, senza possibilità di commento. In futuro, magari, diventerà la regola per tutta la rete in Italia".

Ma bisognerebbe spiegare al leader dei 5 Stelle che è il "Vaffa Day" sarà buono per animare i fan e conquistare voti ma non è proprio una medaglia al valore per quei commentatori che si sentono liberi di dire e scrivere insulti e altre amenità contro le cariche dello Stato, che andrebbero rispettate, al di là di nomi, scelte politiche, eccetera. In realtà quello che serve al web è un corso di recupero in educazione civica, magari poi sarebbero in tanti a capire perché il Quirinale è una istituzione.