Concluso il colloquio Fini-Veltroni sulle riforme

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Concluso il colloquio Fini-Veltroni sulle riforme

26 Novembre 2007

Terminato l’incontro a Montecitorio tra le delegazioni di An e del Pd guidate da
Gianfranco Fini e Walter Veltroni. La riunione è durata circa un’ora.

Il
presidente di An ha dichiarato che nel dialogo sulla legge elettorale
“abbiamo ribadito a Walter Veltroni che per An la stella polare è il
rispetto della volontà degli elettori”,nel corso di una conferenza stampa
a Montecitorio dopo l’incontro con il segretario del Pd Veltroni.

Fini ha spiegato che “per An il referendum non è una sciagura, ma una
eventualità”. An è disponibile al confronto “ma ad una precisa
condizione: che non si torni indietro nel tempo”, anche perchè
“lasciare i partiti con le mani libere significherebbe tornare indietro
nel tempo. Una eventualità per noi deprecabile”, ha sottolineato Fini.

 Per
An i punti fermi per una riforma della legge elettorale sono il vincolo di
coalizione e il vincolo di programma: “I cittadini – ha spiegato l’ex
delfino di Almirante – devono poter scegliere il partito, la coalizione, il
programma e il candidato premier”.