Concordia, Rossi: progetto Costa irricevibile, Piombino e’ il male minore

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Concordia, Rossi: progetto Costa irricevibile, Piombino e’ il male minore

09 Giugno 2014

 Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, chiede che il relitto della Costa Concordia venga trasportato a Piombino. "E’ il male minore", dice Costa, "la distanza tra il Giglio e Piombino si può coprire in un solo giorno di navigazione, con previsioni meteo-marine assolutamente affidabili". Rossi sottolinea che il suo giudizio e’ legato però alla preparazione dello stesso Porto di Piombino, che entro settembre dovrà essere in grado di ospitare la nave. "Ma al di fuori di questa ipotesi appare incomprensibile e non giustificata sotto ogni aspetto la scelta di scartare il porto di Piombino. Costa Crociere ha speso e ha fatto molto, ma non può pensare di imporsi senza ascoltare il parere delle istituzioni e in primo luogo della Regione Toscana che, prima con i volontari poi con i suoi tecnici, è sempre stata collaborativa, in difesa dell’ambiente e degli interessi generali", la conclusione del presidente della Regione Toscana.