Home News Conflitto di interessi e odio di classe

Conflitto di interessi e odio di classe

0
39

Agli inizi del Novecento la neonata  scienza politica dovette occuparsi di un problema: come far sì che, in seguito alla democratizzazione indotta dall'allargamento del suffragio, il cosiddetto better element  (i possessori delle migliori risorse materiali e intellettuali) non si auto-escludesse dalla vita pubblica, ma anzi fosse incoraggiato a prendervi parte. Per quanto possa apparire paradossale, oggi il problema che Violante e compagni stanno ponendo al Paese con la legge sul conflitto di interessi è specularmente contrario a quelle preoccupazioni.

Si sta cercando il modo di concedere al better element l'alibi per potersi disinteressare per legge delle cose della nazione, contrattando il proprio privato interesse con la casta dei politicanti. Sia chiaro: se la legge sul conflitto d'interessi dovesse passare nella versione attualmente in discussione alla Camera, ad essere esclusi dal governo della nazione non sarebbe soltanto Berlusconi ma anche Montezemolo, Soru, Illy e chi più ne ha più ne metta. Persino Casini e Dini cadrebbero sotto la mannaia in quanto "parenti, affini o conviventi". E' incredibile che gli imprenditori non abbiano fatto sentire la loro voce più forte di quella dell'opposizione. E' incredibile ma non sorprendente. La circostanza la dice lunga sui vizi di lungo corso del capitalismo italiano. Ci fa capire fino in fondo perché Berlusconi ha rappresentato una positiva anomalia. E ci spiega ancora una volta, dopo Vicenza, perché lui si trovi in conflitto con il vertice della sua categoria.
D’altronde non c’è da sorprendersi se questa maggioranza dove politici dal passato di militanti sindacali occupano gli scranni più alti delle istituzioni del paese,  si bandisce la cultura d’impresa dalla scena politica. C’è in questo governo una cultura anti-imprenditoriale che maschera appena qualcosa di più profondo e più radicato: l’odio di classe.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here