Home News Congresso Pd, per Renzi è già finito. Minoranza Dem conta ormai meno di zero

Tutte le news

Congresso Pd, per Renzi è già finito. Minoranza Dem conta ormai meno di zero

0
2

Il muoversi di D'Alema per il no sta facendo forse il gioco di Renzi pronto così a liquidare il rapporto di con la minoranza dem e ignorarla al prossimo congreddo di partito.  In assenza di un leader forte e riconoscibile della minoranza (delle minoranze) Pd, D'Alema copre il vuoto.

Ormai quell'area che va da Speranza a Bersani non ha futuro dentro il Pd: il ragionamento di Renzi a Catania è contro una classe dirigente che ama fare i "pierini" ed essere in un eterno congresso. 

Non a caso Renzi lancia continue sfide alla minoranza e a D'Alema dicendo che l'agone del confronto sarà il prossimo congresso del Pd. Ma a quell'appuntamento la minoranza non si presenterà o continuerà a fare testimonianza senza possibilità alcuna di voce in capitolo.

Nel 'No' della sinistra, però, non agisce solo il “fantasma” di Renzi, ci sono anche altre motivazioni.  La sinistra Pd è stata spiazzata, in forme diverse, da tre elementi: la discesa in campo di D’Alema, l’affacciarsi di Bianca Berlinguer e l’insorgere di Enrico Rossi.

L'ex premier combtte una battaglia identiraria, ma è pur vero che con il suo essere spina nel fianco, Renzi, sta trovando tutte le scuse sufficienti per ignorare definitivamente la minoranza. 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here