Consulta, ok M5S a Renzi su terna Pd. Forza Italia non vota

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Consulta, ok M5S a Renzi su terna Pd. Forza Italia non vota

16 Dicembre 2015

Secondo Adnkronos, l’assemblea dei deputati M5S si è espressa a favore del "sì" alla nuova terna per i
tre giudici della Consulta. Anche al Senato si va verso la stessa direzione. I grillini stasera in Aula voteranno dunque per Franco Modugno, Augusto Barbera e Giulio Prosperetti alla Corte Costituzionale. Si profila quindi un accordo tra Pd e M5S sulla elezione. "Non posso dirlo io," ha dichiarato il premier Matteo Renzi all’Agi nel pomeriggio, "certo è che si tratta di una situazione che va risolta".

 

Renzi, secondo indiscrezioni filtrate dal Pd, avrebbe dato il benestrare all’intesa con M5S, aperta ai centristi della maggioranza. Da quanto si apprende dopo una riunione dei vertici azzurri Forza Italia non parteciperà al voto. Il nome di Prosperetti sarebbe invece gradito a Ncd. "Siamo vicini a un accordo con la maggior parte del Parlamento," ha detto in giornata il presidente dei deputati Pd, Ettore Rosato, parlando con i giornalisti. Rosato si è definito "ottimista", spiegando che la candidatura di Augusto Barbera "non è in discussione".

 

In mattinata la presidente della Camera, Boldrini, confermava che la politica è pronta "ad andare avanti con sedute quotidiane. C’è uno stallo ed io ho già detto che si devono tentare nuove vie per evitare che il Parlamento sia delegittimato". Sempre secondo Boldrini: "Si dovranno esplorare nuovi accordi, in cui i gruppi di opposizione vengano coinvolti".