Contestato il convegno Italia-Israele sulla collaborazione industriale

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Contestato il convegno Italia-Israele sulla collaborazione industriale

30 Maggio 2007

“Sosteniamo questa forma di
protesta, nessun soldo allo Stato di Israele, fermiamo il sionismo per un unico
Stato palestinese libero e indipendente”.
Un gruppo
di studenti medi di Bologna ha protestato oggi durante la Presentazione del
Progetto “Meccanica Avanzata in Israele” che si è tenuto dentro il
CNR in via Gobetti.

Gli
studenti del Coordinamento Iskra, hanno inteso contestare gli accordi
commerciali che mirano all’accrescimento tecnologico-militare di Israele e
“L’intollerabile segregazione, l’impoverimento e la distruzione del popolo
palestinese e dei suoi possedimenti sono segnale del regime di terrorismo
aperto da parte dell’esercito sionista, sostenuto materialmente dalle imprese e
i poli finanziari europei, italiani ed emiliano-romagnol”. A sostenere la lotta
di questi pessimi allievi i soliti cattivi maestri di Forum Palestina, che
saranno tra i movimenti più attivi il 9 giugno per tentare di creare problemi alla
visita del presidente Bush a Roma.
Nel loro
comunicato gli studenti chiedono la revoca di qualsiasi sostegno, investimento
e collaborazione con lo stato di Israele e la cessazione degli attacchi contro
il popolo palestinese.

(dim.buf.)