Contratto metalmeccanici, al via ondata di scioperi

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Contratto metalmeccanici, al via ondata di scioperi

14 Gennaio 2008

In appoggio alla trattativa sul
rinnovo del contratto dei metalmeccanici sta partendo un’ondata di
scioperi spontanei proclamati autonomamente dalle Rsu.

Ad annunciare
la mobilitazione il segretario nazionale della Fiom, Giorgio
Cremaschi.

In Lombardia, Abruzzo, Emilia, Marche, Sicilia e a Torino,
dunque, si preparano manifestazioni e mobilitazioni.

“Questo è un fatto positivo”, commenta ancora Cremaschi. Il
negoziato in Confindustria intanto, tra Federmeccanica e Fim, Fiom e
Uilm non è ancora iniziato, comunque, inizierà dal
capitolo mercato del lavoro.

Ieri i sindacati hanno presentato a Federmeccanica la loro risposta al pacchetto di proposte presentato dagli industriali sabato.

Il principale nodo è quello del salario: le aziende propongono un aumento lordo di 100 euro mentre i sindacati hanno risposto ieri con la richiesta di 117 euro. Si tratta di aumenti che le Tute lui incasseranno completamente solo tra due anni. Inoltre si sta parlando di cifre lorde che riguardano i dipendenti del quinto livello.

Il secondo punto di discussione è la richiesta sindacale di favorire le progressioni di carriera anche tra gli operai. Questo dovrebbe avvenire sia istituendo in tutte le fabbriche la quinta categoria super, in pratica un nuovo livello più vicino alle retribuzioni degli impiegati, sia una terza categoria super per gli addetti alle linee.