Home News Cos’è la “stepchild adoption”? Adozione del figlio tolto alla madre

Sfogliando il dizionario

Cos’è la “stepchild adoption”? Adozione del figlio tolto alla madre

1
6

Le interessanti proposte del linguista Francesco Sabbatini, presidente onorario della Crusca, in ordine al termine italiano “configlio” per tradurre l’inglese “stepchild”, sono partite da una interessante ricerca etimologica sviluppata dal professore in una puntata precedente di Uno Mattina in famiglia.

Com’è noto infatti, le coppie etero ed omosessuali, che con l’utero in affitto si comprano un bambino all’estero, hanno una cosa in comune: quel bambino viene privato della madre che lo partorisce e diventa orfano di quella madre.

Se passasse la legge Cirinnà, in base alla cosiddetta stepchild adoption, tradotta in italiano come “l’adozione del figliastro”, il compagno nell’unione civile potrebbe adottare il figlio biologico dell’altro, che alcuni definiscono “figlio sociale”. Se come dicevano gli antichi romani “nomen omen” è cioè “il destino è racchiuso in un nome” è interessante verificare come in realtà nasce il termine inglese step.

Il professore ha spiegato che il termine step deriva del germanico “steupo” usato come prefisso nei rapporti di relazione derivanti da un nuovo matrimonio o da una vedovanza (step-father è il patrigno, step-mother è la matrigna). Il senso primitivo della parola “steupbeahr–child” indicava l’orfano mentre sempre nell’old english la parola “astiepe” e nell’antico germanico la parola “stiufen” indicava colui al quale era stato tolto qualcosa o era privato di qualcosa.

Solo recentemente nel mondo anglosassone il concetto di orfano ha cessato di essere essenziale nell’uso del termine step: stepchild adoption è diventata l’adozione del figliastro, coprendo così con un manto di ipocrisia il significato originale del termine che in realtà rimane valido ancora oggi visto che il bambino che la coppia gay vuole adottare viene privato della madre o tolto alla madre naturale al momento del parto. (Fonte Oxford English Dictionary; lemma step)
 

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. E il figlio che rimane con la madre?
    Le coppie gay non sono formate solo da uomini. Se una donna A ha (già) un figlio X e va a vivere con un’altra donna B, X è lo stepchild di B ma non viene privato della madre naturale come invece si sostiene in questo articolo.

    Il bambino è uno stepchild anche se la donna A va a vivere con un uomo ma non si sposano e invece scelgono l’unione civile. Anche in questo caso, cosa c’entra l’utero in affitto?

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here