Danimarca e danesi dicono no alla Goldman Sachs

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Danimarca e danesi dicono no alla Goldman Sachs

30 Gennaio 2014

In Danimarca la cessione di una quota dell’utility energetica Dong alla banca d’affari Goldman Sachs ha scatenato un putiferio. Il ministro degli Affari sociali e dell’integrazione e leader del Partito popolare socialista (una delle tre forze della minoranza di governo) si è dimessa e con lei altri 5 ministri. Secondo il Jyllands-Posten, il 63,4% dei danesi ritiene che Dong Energy debba restare nelle mani dei danesi.