Ddl negazionismo (e non solo), Ncd fa il lavoro sporco per Renzi

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Ddl negazionismo (e non solo), Ncd fa il lavoro sporco per Renzi

02 Maggio 2016

di CG

La vicenda parlamentare del disegno di legge sul negazionismo conferma purtroppo i due dati negativi che hanno indotto gli amici di Idea ad uscire con rammarico dal gruppo di Area Popolare. Così come è accaduto, tra l’altro, per le unioni civili e per l’omicidio stradale, il Governo per tutto il tempo della discussione in Commissione non ha preso posizione rimettendosi al Parlamento, salvo poi, in Aula al Senato, presentare o condividere un nuovo testo, mai visto o già bocciato dalla Commissione stessa, approvato con la fiducia o comunque con il voto determinante del Gruppo di Area Popolare.

In tutti questi casi, e nell’ultimo, quello del negazionismo, con un emendamento firmato dal Presidente della Commissione Giustizia Nico D’Ascola (AP), è stato totalmente stravolto il testo della Commissione, provocando la unanime levata di scudi del mondo della cultura. Un Governo spregiudicato e un partito ridotto a cavalier servente di Matteo Renzi e del Pd, a cui addirittura si fa fare il lavoro sporco su questioni che da sempre hanno marcato la differenza fra la sinistra e una visione liberale e cristiana della società, sono l’esatto rovescio di quello che ci saremmo aspettati nel momento in cui nacque l’NCD.

Noi questi valori vogliamo continuare a testimoniarli cercando di ricompattare tutto il centrodestra sicuri che quando si antepongono le convenienze ai principi alla fine non si rappresenta più nessuno.