Dico, Pollastrini:   11 errori nella relazione Salvi

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Dico, Pollastrini: 11 errori nella relazione Salvi

08 Marzo 2007

Il presidente della Commissione Giustizia Cesare Salvi (Ds) aveva dato dell’impraticabile al Ddl sui Dico Bindy-Pollastrini e stamani, direttamente dal ministero per i Diritti e le pari opportunità , arriva la replica:  “undici errori e lacune nella relazione Salvi del 6 marzo”.
“Non sono quindi ragioni tecniche fondate a motivare il dissenso”, è quanto rilevano le controdeduzioni dell’ufficio legislativo del ministro Barbara Pollastrini sulla relazione del Presidente Cesare Salvi svoltasi in Commissione Giustizia del Senato. In particolare, le controdeduzioni segnalano che “non esiste un problema di normativa dettagliata sulla fine della convivenza. Il venir meno della convivenza, in tutti i suoi aspetti, essendo una condizione di fatto, comporta il venir meno degli obblighi e dei diritti reciproci”. Insomma, “chiunque ne abbia interesse dei due partner ” è detto – lo può dichiarare all’anagrafe. Chiunque ne abbia interesse al di fuori della coppia lo può far valere nelle aule giudiziarie”.