Home News Dico: scontro nell’Unione, Cdl compatta

Dico: scontro nell’Unione, Cdl compatta

0
31

Nell’Unione è il momento della resa dei conti sul riconoscimento giuridico delle coppie di fatto. Il fronte laicista guidato da Emma Bonino attacca gli esponenti del centro-sinistra schierati a difesa della famiglia e sabato hanno partecipato alla manifestazione in piazza San Giovanni.

Ieri, ospite della trasmissione In mezz’ora di Lucia Annunziata, il ministro per le Politiche comunitarie ha anche criticato quelle “parti della maggioranza consistenti, quelli che ‘se non fossi ministro, andrei al Family day’ per intenderci”, che hanno così “affossato” i Dico. Il riferimento a Francesco Rutelli è evidente. 

Alla Bonino ha risposto il capogruppo dell’Udeur alla Camera, Mauro Fabris: “Per noi cattolici che siamo in politica, diventa sempre più difficile essere in un’alleanza dove ministri come la Bonino, e altre forze politiche, esprimono livore e odio contro i credenti e la Chiesa”.

La polemica coinvolge però tutte le aree della maggioranza, a cominciare dal Partito democratico. Piero Fassino, che non ha partecipato né alla manifestazione di piazza San Giovanni, né a quella di piazza Navona, ha cercato una posizione equidistante non priva di ambiguità: “Compito della politica è di far incontrare queste due piazze, e questo è il compito del Pd”, anche perché non tutto può essere riportato solo al tema dei Dico “che io difendo”. Per il ministro delle Pari Opportunità, la diessina Barbara Pollastrini, “il Pd dovrà avere nel suo Dna il valore della laicità”, il che si concretizza anche con la difesa dei Dico che “non minacciano le famiglie, non tolgono loro nemmeno un'unghia”. Ma sui due sono piovute critiche dal leader dello Sdi, Enrico Boselli: i toni dei Ds sono tali da “indebolire i laici” e Fassino pare “Giano bifronte”.

La Cdl, invece, rimane compatta sulla questione Dico. Secondo il coordinatore di Forza Italia, Sandro Bondi, “il ddl sui Dico non passerà, la maggioranza li ha già affossati”. Isabella Bertolini, vicepresidente dei deputati azzurri ribadisce: “Gli italiani hanno detto di no a Prodi e ai suoi Dico”. Le fa eco il presidente di An, Gianfranco Fini: “In piazza San Giovanni c’erano tanti cattolici, certamente, ma anche molti laici, non credo comunque che questo possa cambiare qualcosa per i Dico: ormai sono affossati”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here