Dl Irpef, Senato vota la fiducia. 80 euro, tagli a Rai e società partecipate

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Dl Irpef, Senato vota la fiducia. 80 euro, tagli a Rai e società partecipate

05 Giugno 2014

 Passa la fiducia in Senato per il decreto Irpef, con 159 voti a favore, 112 contrari. Ora lo testo passa alla Camera. Ad annunciare la fiducia posta dal governo era stata in mattinata il ministro delle riforme, Maria Elena Boschi. Il voto di fiducia e’ stato posto sul maxi emendamento con le modifiche apportate al provvedimento dalla commissione finanze e bilancio. Il decreto Irpef contiene il bonus di 80 euro per i redditi sotto i 26mila dei dipendenti pubblici come pure il rinvio alla legge di stabilità per l’estensione del bonus alle famiglie monoreddito con due o più figli e sulla estensione del taglio dell’Irap. Un ordine del giorno accolto in Commissione, impegna il Governo a intervenire in materia. Il decreto contiene inoltre le misure per il rinvio della scadenza Tasi nei Comuni che ancora non hanno definito il pagamento della tassa e la riapertura della rateizzazione per i pagamenti di Equitalia anche per chi e’ decaduto da un beneficio del genere. Tra le modifiche richieste in Commissione bilancio quelle sulle misure relative alla agricoltura, ai tagli alle società partecipate, sui tagli alla Rai e per il cosiddetto fondo "taglia-tasse".