Home News Dubai e Atene frenano le Borse Ue

Dubai e Atene frenano le Borse Ue

0
31

Le borse europee sono in calo per la terza seduta consecutiva, in scia alla debolezza dell'Asia innescata dal Pil giapponese sotto le attese e dai dubbi sulle crisi, e sul declassamento del debito deciso dalle agenzie di rating, in Dubai e Grecia. L'indice Dj Stoxx 600 che fotografa l'andamento delle principali piazze del Vecchio Continente, cede lo 0,39 per cento.

La Borsa di Dubai ha chiuso ancora in calo del 6,39%, mentre cresce il timore che i debiti a rischio dell'emirato possano estendersi. Giù del 2,82% anche il listino di Abu Dhabi. Il presidente degli Emirati Arabi Uniti, Sheikh Khalifa bin Zayed al-Nahayan, ha sostenuto che “ gli Eau sono in grado di sostenere l'impatto della crisi finanziaria” scaturita dalla recessione globale e dal crollo di Dubai World, la holding di proprietà statale, che di recente ha rivelato un indebitamento pari a 59 miliardi di dollari.

La Borsa di Atene perde nelle prime contrattazioni circa il 2% dopo che mercoledì l'indice generale era sceso di oltre il 6% dopo la notizia che Fitch aveva tagliato il rating sovrano del paese. Oggi il gabinetto socialista greco si riunisce per discutere della situazione economica e finanziaria del paese.

Il crollo in Champions League con il Bayern di Monaco coincide anche con quello in Borsa: il titolo della Juventus ha toccato i minimi degli ultimi quattro mesi. L'eliminazione dalla Coppa dei Campioni significa la perdita di introiti per un minimo di 5 milioni di euro e la possibilità di mancare il pareggio del bilancio di quest'anno, dice un trader. “Potrebbero vendere giocatori a gennaio e realizzare plusvalenze affinché il risultato non sia negativo, ma non so se accadrà”, ha aggiunto il trader. Intorno alle 10,10 Juventus F.C. cede circa il 7,5% in Borsa con volumi pari a quattro volte la media giornaliera dell'ultimo mese.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here