Home News E ora l’Iran punta ad occupare il Bahrein

E ora l’Iran punta ad occupare il Bahrein

2
3

“Il Bahrein fa parte del territorio iraniano, essendo stato separato dall'Iran grazie a una illecita cospirazione da parte dello lo Scia' Mohammed Reza Pahlavi e dei governi statunitense e britannico.. e oggi la principale richiesta del popolo del Bahrein consiste nel restituire questa provincia alla madrepatria, l'Iran islamico”. Mentre tutto il mondo guarda agli ayatollah di Teheran e al loro sanguinario regime nel timore che le minacce del despota Mahomoud Ahmadinejad di distruggere lo stato di Israele si possano avverare, da un articolo pubblicato alcuni giorni fa sul quotidiano filo governativo Khayan vengono altre allarmanti indicazioni sui possibili futuri obiettivi di quel regime: annettersi in un sol colpo l'emirato del Bahrein che più o meno sta all'Iran come il Kuwait stava all'Iraq del defunto Saddam Hussein.

Il virgolettato dell'incipit infatti è preso di peso da un articolo di Hossein Shariatmadari, rappresentante di Ali Khamenei, sedicente guida spirituale suprema dell'Iran. E non lascia molto margine alle elucubrazioni.

Naturalmente i giornali occidentali non si sono accorti di niente o hanno fatto finta. L'unico allarme in proposito è arrivato da un articolo pubblicato una settimana fa sul sito di Daniel Pipes, uno dei più attenti osservatori dei problemi del Medio Oriente, e l'Iran oggi è il problema per antonomasia. Pipes avverte la comunità internazionale che "mentre attaccare Israele con una bomba atomica è ancora fantascienza, per invadere  uno stato grande come il Bahrein le difficoltà sono infinitamente inferiori e il mondo potrebbe trovarsi di fronte al fatto compiuto." Sarebbe quindi un bene che i media occidentali sensibilizzassero la Comunità europea a prendere posizione in maniera durissima contro le tentazioni egemoniche degli ayatollah e a favore per l'intanto di un inasprimento delle sanzioni economiche soprattutto nell'ambito delle forniture militari e tecnologiche.

Infatti, se e quando  l'Iran avrà l'atomica, magari non se la prenderà subito con Gerusalemme e lo stato ebraico, ma chi potrà impedire a Teheran di annettere il Bahrein così come Saddam Hussein il Kuwait? Se nel 1991 all'epoca della prima guerra del golfo si potè da parte americana intraprendere una guerra per salvare il Kuwait e il suo petrolio, sarà quasi impossibile fare la stessa cosa per il Bahrein senza scatenare un conflitto nucleare nella regione.  Che è proprio l'obbiettivo a cui tende la follia del regime di Ahmadinejad e dei suoi accoliti. Basta solo leggere e ascoltare ciò che dicono questi signori in tv e sui giornali. Così come sarebbe bastato a suo tempo leggere e ascoltare i folli piani di Hitler per evitare la Shoà.

  •  
  •  

2 COMMENTS

  1. E ora l’Iran punta ad occupare il Bahrein
    Ho letto il Vs articolo, e il mio commento è questo. I media europei non hanno fatto menzione
    della cosa su nessun giornale poichè a mio parere
    c’è di mezzo la Russia. Mi spiego meglio. La
    Russia fornisce tecnologie nucleari all’Iran,
    L’Europa compera il gas dalla Russia, la Russia
    compera la tecnologia dalla Germania, gli USA
    sono già troppo impelagati con l’Iraq e l’Afga-
    nistan. Quindi nessuno per il momento intende
    aizzare oltre misura un’opinione pubblica già
    troppo stanca di tutte queste tensioni interna-
    zionali. Inoltre l’Iran vende il petrolio all’Eu-
    ropa che ne ha molto bisogno. Ne andrebbero di
    mezzo i commerci già abbastanza sofferenti.
    C’è poi anche un’altro motivo tutto casareccio.
    Il Sign. Prodi si è avvicinato ad Hamas asserendo
    che con questo “Partito” si può anche dialogare.
    Hamas è anche amico dell’Iran (riceve soldi e armi),quindi i nostri media presumo abbiano avuto
    “l’invito” a non parlare di queste cose.
    E poi sotto ferragosto è meglio parlare delle veline o dove si sta meglio in vacanza.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here