Economia. S&P conferma stabilità rating dell’Italia

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Economia. S&P conferma stabilità rating dell’Italia

13 Gennaio 2009

Standard and Poor’s ha confermato il rating sovrano dell’Italia al livello A+/A-1+ con outlook stabile.

La società di rating, che realizza ricerche finanziarie e analisi su titoli azionari e obbligazioni, è fra le prime tre al mondo insieme a Moody’s e Fitch Ratings, nella fornitura di questo tipo di servizi finanziari. Secondo i dati emersi dai suoi studi, ha reso noto che il debole andamento dell’economia italiana e le scarse risorse finanziarie pubbliche porterà il deficit attorno al 4% del Pil "almeno fino al 2011".

Malgrado la conferma del livello di rating del credito di breve termine a A+/A-1+, l’S&P ha dichiarato che l’obiettivo di un budget bilanciato entro il 2012 del governo di centro-destra "sarà molto diffice da ottenere a causa dell’attuale situazione economica". Il governo, ricorda ancora l’agenzia, "ha fissato l’obiettivo di contenere il deficit al 2,1% per il 2009, dal 2,5% del 2008".