Egitto, l’allarme di Mauro e il rischio migrazioni per l’Italia

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Egitto, l’allarme di Mauro e il rischio migrazioni per l’Italia

18 Agosto 2013

Il ministro della difesa, Mario Mauro, mette in guardia dai rischi della guerra civile in Egitto. "La strada della diplomazia è da percorrere con decisione e autorevolezza: l’Europa deve dire subito al governo egiziano di sospendere il conflitto che rischia di trasformarsi in una guerra civile", dice Mauro, che prosegue, "C’è da convocare immediatamente una riunione dei ministri degli Esteri dell’Ue. E bene ha fatto ieri il presidente del Consiglio Letta a chiedere un intervento deciso dell’Europa, sul versante politico-diplomatico. L’Europa si assuma le sue responsabilità politiche anche in previsione di una forte ripresa dei flussi migratori, stante l’acuirsi delle crisi nell’area afro-mediterranea". Il rischio è appunto quella di una nuova ondata migratoria, di profughi e di chi fugge dalla guerra civile in Siria come dal caos in Egitto. Rispetto alle decisioni che la Ue dovrebbe prendere verso l’Egitto, Mauro spiega "L’Egitto è un paese in difficoltà economica ma anche con una spiccata capacità imprenditoriale. Più che parlare di sanzioni percorrerei la strada politico-diplomatica".