Elezioni in Russia, primi dubbi dell’OSCE

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Elezioni in Russia, primi dubbi dell’OSCE

03 Dicembre 2007

Uno degli osservatori internazionali sul voto russo ha rilevato che la forte influenza del Cremlino sulla politica è stato “un problema” perchè ha influenzato il risultato elettorale.

All’indomani del voto legislativo, che ha dato la maggioranza assoluta al partito Russia Unita del presidente Vladimir Putin, il vicepresidente dell’Osce (l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa), Kimmo Kilijunen, ha espresso la sua preoccupazione per come si sono svolte le operazioni.

“C’è un problema nella fondamenta laddove l’esecutivo ha così forte influenza nella vita politica dei partiti”, ha detto.

 “Non è normale e questo ha un’influenza nei risultati”. Kilijunen, che era intervistato radiofonicamente a Mosca, ha comunque precisato di parlare a titolo personale e che la valutazione ufficiale degli osservatori Osce sul voto verrà diffusa nel corso della giornata.