Elezioni: oggi e domani al voto oltre 47 milioni di italiani

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Elezioni: oggi e domani al voto oltre 47 milioni di italiani

13 Aprile 2008

Oltre 47 milioni di italiani oggi e domani saranno chiamati a eleggere il nuovo Parlamento e a scegliere sindaci e Consigli di 429 Comuni, fra cui la Capitale, oltre alle amministrazioni regionali di Sicilia e Friuli Venezia Giulia.

I seggi oggi aprono alle 8 e chiuderanno alle 22. Secondo i dati ufficiali del Viminale, gli elettori sono per la Camera dei deputati 47.295.978 (di cui 22.688.262 maschi e 24.607.716 femmine), per il Senato della Repubblica 43.257.208 (di cui 20.620.021 maschi e 22.637.187 femmine), che eleggeranno 618 deputati e 309 senatori. Le sezioni elettorali sono 61.225.

La legge elettorale in vigore prevede per l’elezione della Camera e del Senato un sistema proporzionale con premio di maggioranza e soglie di sbarramento. Per l’elezione della Camera possono votare i maggiorenni aventi diritto al voto, mentre per l’elezione del Senato possono votare coloro che, alla data di domani, hanno compiuto il venticinquesimo anno di età. Sia per l’elezione della Camera (scheda rosa) sia per l’elezione del Senato (scheda gialla), l’elettore esprime il voto tracciando con la matita copiativa un solo segno (esempio, una croce o una barra) nel riquadro che contiene il contrassegno della lista prescelta.

Sulla scheda non va scritto il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione. E’ importante ricordare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto solo sul contrassegno della lista che si vuole votare e non sull’intera coalizione. Per questo, il Viminale ha predisposto l’affissione di manifesti in ogni seggio, sui quali si legge lo slogan “un solo segno su un solo simbolo”.

Per quanto riguarda le amministrative, invece, si vota per i sindaci e i Consigli di 426 Comuni, di cui 9 capoluoghi, fra cui Roma.

 

 

121955 apr 08