Home News Emergenza rifiuti: scontri in Sardegna davanti villa Soru

Emergenza rifiuti: scontri in Sardegna davanti villa Soru

0
11

L'arrivo della nave cargo piena di rifiuti da smaltire proveniente dalla Campania ha provocato violenti scontri a l porto di Cagliari tra la polizia e un gruppo di manifestanti e davanti la villa di Renato Soru, presidente della regione Sardegna, dove erano all'opera bande di ultras.

La violenza si è trasferita dal capoluogo campano a quello sardo. Nonostante siano arrivate le rassicurazioni di Soru sul fatto che, “Per ora non arriveranno altre navi. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità ma forse non servirà perché si è allargato il gruppo di regioni italiane pronte ad accogliere i rifiuti”, i cittadini cagliaritani non hanno fatto buon viso a cattivo gioco e si sono mobilitati per denunciare l'arrivo delle navi di rifiuti dallo stivale. Secondo l'Unione Sarda, gli esponenti del centro-destra isolani vorrebbero le dimissioni del ministro dell'Interno Giuliano Amato a causa del comportamento violento delle forze dell'ordine nei confronti dei cittadini che stavano protestando pacificamente contro l'arrivo della spazzatura dalla Campania.

“Le immagini di cittadini e militanti politici picchiati sono agghiaccianti e non degne di un paese civile. Per questo chiediamo chiarimenti sul violentissimo comportamento delle forze di polizia rispetto ai cittadini inermi presenti al momento dell'arrivo della nave carica di rifiuti provenienti dalla Campania. Non si è trattato della situazione di Genova del 2001. I militanti e gli esponenti dei diversi partiti erano lì per manifestare pacificamente, senza provocare e senza avere blackbloc infiltrati. Chi ha ordinato questo atteggiamento violento? Per quale motivo?”, si chiedono i deputati di Alleanza Nazionale Bruno Murgia e Carmelo Porcu, che hanno presentato una interrogazione parlamentare a riguardo.

Scontri violenti tra gruppi di tifosi ultras e polizia sono avvenuti ieri davanti alla residenza del presidente della regione Sardegna, Renato Soru. Numerosi i feriti e gli arrestati. Gli scontri sono iniziati quando alcuni capobanda dei tifosi si sono posti alla testa del corteo di manifestanti che stava raggiungendo la villa di Soru, e hanno iniziato a aggredire alcuni sostenitori del presidente Sardo. A quel punto sono intervenute le forze dell'ordine – polizia e carabinieri – per sedare la rivolta.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here