Home News Emilia Romagna, la paura di perdere fa vedere fantasmi alla sinistra: ‘La Borgonzoni? Non esiste’

La tecnica della negazione

Emilia Romagna, la paura di perdere fa vedere fantasmi alla sinistra: ‘La Borgonzoni? Non esiste’

0
13

“La Borgonzoni? Non esiste. Come posso dare un giudizio su una persona che non ha un progetto? E soprattutto è difficile capire che cosa fa, che cosa vorrà fare e che cosa le lascerebbero fare perché è sostanzialmente una prigioniera”. A parlare è l’ex premier Romano Prodi che, ovviamente, dopo aver attaccato la candidata di centrodestra in Emilia Romagna esalta il candidato Pd Stefano Bonaccini: “Il suo governo ha raggiunto gli obiettivi che si proponeva, anche se oggi in politica dire quello che si è fatto sembra servire a poco. Ha saputo preparare alcune tappe future che saranno importantissime e che oggi la gente valuta poco”.

Insomma la paura di perdere in Emilia Romagna trasforma addirittura le persone in carne ed ossa in fantasmi agli occhi della sinistra. “La Borgonzoni? Non esiste” – dice Prodi. Una tecnica della negazione, un ripetersi ossessivo “va bene tutto” perchè osservare la realtà farebbe troppo male. Una realtà che oggi racconta come l’ultima roccaforte rossa non sia più tale e la sconfitta di Bonaccini e del suo Pd sia cosa più che possibile.

Talmente possibile che a Roma Zingaretti e Conte già mettono le mani avanti: se in Emilia la sinistra non dovesse farcela il Governo in ogni caso non cadrà. Appunto perchè qui “Va tutto bene”. E guai a chi dice il contrario. Il centrodestra? Non esiste.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here