Home News Epifani vuole un Governo Letta senza Berlusconi

Dove va il Pd / 2

Epifani vuole un Governo Letta senza Berlusconi

0
3

Guglielmo Epifani ha detto che per Silvio Berlusconi non c'è altra scelta che "prendere atto della sentenza e degli effetti che produce", perché negli stati democratici "il principio di legalità viene prima di qualsiasi valutazione politica". Ci sono "delle conseguenze di carattere sanzionatorio della sentenza. E su questo terreno non c'è via di uscita". In realtà ci sarebbe, oltre alla grazia che sappiamo fa fischiare le orecchie al Pd, anche la commutazione della pena in pecuniaria, ma immaginiamo che per i democrats non sia abbastanza sanzionatoria. Le simboliche manette, la detenzione o l'umiliazione dei servizi sociali per Berlusconi, sono il tributo che l'attuale dirigenza piddina deve pagare per placare la base più antiberlusconiana del partito dopo l'accordo delle larghe intese e il "cambiamento" sconfitto. Screditare finalmente il Cav. e chi lo vota è una tentazione forte, già emersa a caldo subito dopo la sentenza. Dopo la mitragliata, Epifani però torna di colpo governativo, "la stragrande maggioranza della opinione pubblica e degli elettori del Pd chiedono che Letta vada avanti", il governo sta facendo "cose buone", il giudice Esposito avrebbe dovuto mantenere più "riserbo". Certo sulla legge elettorale il segretario risale sulle barricate, "Noi partiamo dal nostro testo, poi valutiamo chi effettivamente vuole la riforma" (una pacificazione perfetta) ma complessivamente sembra più responsabile. Comprendiamo che Epifani sia pressato da Renzi (non si capisce bene se da destra o da sinistra) e che quindi oscilli (Epifani) tra dialogo e mandiamoli a casa, ma quanto è remota l'ipotesi di un governo Letta senza Berlusconi e perché intestarsi rischi e demeriti di una eventuale crisi di governo passando alla storia del Pd per un salto nel buio? In fondo non era un segretario traghettatore?

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here