Esteri. La Rice chiede la presenza dell’Iran in Egitto

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Esteri. La Rice chiede la presenza dell’Iran in Egitto

23 Aprile 2007

In un’intervista al Financial Times, il segretario di stato
americano, Condoleezza Rice, ha ribadito la sua richiesta all’Iran di partecipare
alla Conferenza internazionale sull’Iraq in programma all’inizio
di maggio in Egitto, sostenendo che, in caso contrario, sarebbe
per Teheran una “occasione mancata”.
Nell’intervista la Rice nega anche che la politica dell’amministrazione della Casa Bianca nei confronti dell’Iran punti a un “cambiamento nel comportamento del regime”.Intanto l’Iran non scioglie le riserve sulla presenza o meno del suo ministro degli Esteri
Manuchehr Mottaki alla conferenza in programma il 3 e 4 maggio a Sharm el Sheikh. “Sarà un’occasione mancata se (Mottaki) non verrà,
ma ovviamente la decisione spetta al governo iraniano”, afferma la Rice, secondo cui i Paesi vicini “hanno
più da perdere che da guadagnare da un Iraq instabile”.