Expo: Cantone avrà più poteri, pronto il decreto

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Expo: Cantone avrà più poteri, pronto il decreto

29 Maggio 2014

Il Governo lavora per dare i poteri necessari al commissario di Expo Raffaele Cantone. Cantone era stato nominato lo scorso maggio dopo lo scandalo sulle presunte tangenti legate a Expo Milano, che ha coinvolto personaggi del mondo della politica e della imprenditoria. Il decreto che riguarda Expo potrebbe essere votato in settimana, forse già domani. Cantone, a capo della Autorità anticorruzione, è stato indicato dal premier Matteo Renzi come una figura strategica per rimettere Expo sul binario giusto. I compiti del commissario, che sarà coadiuvato da 4 tecnici, sarà di vigilare sulla trasparenza degli appalti. Expo è un evento fondamentale per l’Italia, circa 20 milioni i visitatori previsti. Cantone aveva chiesto poteri concreti per monitorare i bandi di gara, gli appalti, la realizzazione del lavori. Il commissario potrà eventualmente determinare delle sanzioni se venissero scoperte delle irregolarità.