Filippine, resta alta la tensione dopo il golpe fallito

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Filippine, resta alta la tensione dopo il golpe fallito

30 Novembre 2007

Resta alta la tensione nelle Filippine dopo il tentato golpe di ieri.

E’ di nove morti (cinque soldati filippini e quattro ribelli musulmani) il bilancio dei nuovi combattimenti scoppiati sull’isola di Jolo, base di militanti musulmani.

Altri otto soldati sono rimasti feriti negli scontri. Nello scorso agosto, sempre nelle giungle di Jolo, vennero uccisi in un sol giorno una ventina di militari.

Intanto, centinaia di truppe supplementari sono state mandate d’urgenza per rendere più sicura Manila.

Ieri, una trentina di persone tra soldati e ufficiali golpisti avevano occupato un albergo di lusso a Manila, chiedendo le dimissione del presidente Gloria Arroyo, ma alla fine sono stati costreti arrendesi.