Home News Fisco, boom delle tasse locali: aumento dell’111%

Fisco, boom delle tasse locali: aumento dell’111%

1
13

Siamo di fronte al boom delle tasse locali. L'allarme arriva dall'Ufficio Studi della Cgia di Mestre che ha dimostrato come dal 1995 al 2006, le entrate fiscali degli enti locali sono passate da 37.699,04 milioni di euro a 95.911 milioni di euro:  un aumento in percentuale progressivo nel corso degli anni del 111%. L'amministrazione centrale, invece, ha incrementato le entrate del 12,1%.

Il Pil, sempre nello stesso periodo, è cresciuto nel nostro Paese del 20%. Dati, ricordano dalla Cgia, che sono a prezzi costanti 2006, ovvero al netto dell'inflazione.

“Sicuramente - spiega Giuseppe Bortolussi segretario della Cgia - molte amministrazioni locali hanno calcato la mano e non sempre alle imposte pagate sono stati corrisposti dei servizi alla cittadinanza qualitativamente e quantitativamente accettabili. Tuttavia, va ricordato che negli ultimi anni soprattutto i Comuni hanno assunto un gran numero di nuove competenze e di nuove funzioni senza ricevere, in cambio, un corrispondente aumento dei trasferimenti”.

Per invertire questa tendenza conclude Giuseppe Bortolussi, serve “accelerare il più possibile verso la direzione di un vero federalismo fiscale che da un lato responsabilizzi maggiormente gli enti locali e dall'altro consenta a questi ultimi di trattenere sul loro territorio la gran parte delle risorse prodotte dalle economie locali”.

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. Fisco, Boom delle tasse locali:aumento del 111%
    Questi dati esposti dalla Cgia dimostrano l’ir-
    responsabilità di taluni nostri amministratori
    locali. E’ evidente che se io comune o regione
    che sia aumento le imposte con tassi a 2 cifre%
    poi l’aggravio si scarica sui prezzi al consumo
    facendo lievitare il costo della vita in modo
    consistente. A pagare queste incongruenze sono
    poi le fasce più deboli della popolazione.
    Il tutto con buona pace di quelli che a parole
    si dichiarano paladini dei più poveri.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here