Home News Fiumicino. Black-out ai check-in Alitalia: blocco di 2 ore e ritardi nei voli

Fiumicino. Black-out ai check-in Alitalia: blocco di 2 ore e ritardi nei voli

0
8

L'Alitalia ha subito un blocco di circa due ore nelle operazioni di check-in, provocando disagi e forti ritardi. Questa volta, però, la causa non è la (mala)gestione della compagnia aerea: tra le 12.30 e le 14.30, la rete di trasmissioni dati Telecom - che non è gestita da Alitalia - ha subito un interruzione presso l'aeroporto di Roma Fiumicino Alitalia.

"Ciò ha determinato un forte rallentamento delle procedure di accettazione. Conseguentemente Alitalia ha dovuto ritardare numerosi voli in modo da consentire l'imbarco dei passeggeri prenotati", si legge in una nota della compagnia. L'iniziativa dell'ad di Alitalia Rocco Sabelli di creare una vera e propria task force per il periodo dell'esodo delle vacanze estive, con il potenziamento degli organici, l'incremento del numero dei varchi di sicurezza e facendo scendere in campo i dipendenti degli uffici non aeroportuali, non è stata sufficiente a placare l'ira dei passaggeri.

Nonostante le cause non siano addebitabili alla compagnia, numerosi viaggiatori se la sono presa con i lavoratori del check-in a causa delle file interminabili. All'aereoporto di Fiumicino si sono vissuti momenti di tensione, molti viaggiatori hanno protestato contro la compagnia di bandiera: "È dalle sei e mezzo che sono sveglia arrivo finalmente qui e lei mi dice che non c'è più posto sull'aereo - grida al banco di Alitalia una signora in partenza per Atene - Ora lei fa partire me e tutto il gruppo di miei amici o la denuncio".

Intanto, dalla stessa fila si sono levate altre urla, tra queste quelle di un'altra donna: "Mi vergogno di essere italiana, meno male che siete la nostra compagnia di bandiera, siete una vergogna". Al banco delle informazioni, c'è un gruppo di giovani che ha perso l'aereo per Ibiza: "La signora ha regione - dice uno di loro - ma almeno il suo volo non è partito, io l'ho perso e non so quando riuscirò a prendere il prossimo".

Per gli aeroporti questo sarà un weekend da panico. Sabato 8 agosto al Leonardo da Vinci si stima transiteranno 105 mila passeggeri, con 864 movimenti aerei, mentre a Ciampino è previsto un flusso di 14 mila viaggiatori, con 94 movimenti aerei; domenica 9, a Fiumicino si prevede un picco di 120 mila passeggeri (961 movimenti aerei), mentre Ciampino toccherà 14.300 passeggeri, a fronte di 97 movimenti aerei. Già da venerdì 7, comunque, le aerostazioni sono state affollate di vacanzieri in partenza per le destinazioni turistiche ma anche di turisti stranieri in arrivo per visitare il Belpaese. Per i viaggi in aereo, dopo lo scorso fine settimana quando è stato registrato, come previsto, in tre giorni, dal 1 al 3 agosto, il più alto numero finora di passeggeri (355.384) e di movimenti (2.775) di tutto l'anno.

Proprio nel weekend scorso, numerosi voli Alitalia in overbooking avevano registrato forti ritardi nel principale scalo romano provocando la rabbia dei passeggeri. Sono molti i viaggiatori che questa mattina, chiedendo informazioni sui ritardi anche ai check-in di altre compagnie, hanno ricevuto sempre la stessa risposta: "C'è stato un problema ai sistemi di accettazione". E, almeno per questa volta bisogna riconoscerlo, non possiamo mettere in croce la nostra compagnia di bandiera.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here