Fmi all’Italia, detrazioni vanno ridotte e fisco semplificato

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Fmi all’Italia, detrazioni vanno ridotte e fisco semplificato

21 Gennaio 2014

 Il Fondo monetario internazionale suggerisce all’Italia di tagliare le detrazioni fiscali ma il ministero della economia rassicura, spiegando che non ci saranno ulteriori inasprimenti del fisco e che il denaro necessario a tener fede alle stime dell’Fmi verrà trovato grazie alla spending review. Gli obiettivi di risparmio previsti sono 488 milioni di euro nel 2014, 773 milioni nel 2015 e mezzo miliardo dal 2016. Da rivedere anche i valori catastali, sempre secondo il fondo monetario e il sistema della tassazione sui capitali. Secondo il fondo, all’Italia serve “Un sistema fiscale più semplice che riduca i costi" e questo sarebbe un "beneficio”.