G8: Francia apre a proposta Tremonti su stretta trading petrolio

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

G8: Francia apre a proposta Tremonti su stretta trading petrolio

14 Giugno 2008

La Francia apre alla proposta avanzata dall’Italia al G8, dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti, di aumentare i depositi obbligatori a carico degli operatori che trattano contratti futures sulle materie prime, come il petrolio, per cercare di ridurre le pressioni speculative presenti nel settore. Ma a condizione che questo non determini "l’effetto opposto" a quello sperato, e per questo il ministro dell’Economia francese Christine Lagarde chiede "una valutazione preventiva dell’impatto di un simile provvedimento".

La Francia è "aperta alla proposta" di Tremonti, ha detto la Lagarde. Ma osserva che il mercato petrolifero "è dominato da Stati Uniti e Gran Bretagna. Abbiamo bisogno di un consenso prima di adottare simili misure, e non sono tutti d’accordo", ha spiegato, nel corso della conferenza stampa della delegazione francese al termine del vertice dei ministri finanziari del G8 a Osaka, in Giappone.

"Alcuni paesi ritengono che l’aumento dei corsi petroliferi sia unicamente legato al gioco tra domanda e offerta", ha rilevato ancora la Lagarde, riferendosi a Usa e Gb. Francia, Italia e Germania ritengono invece che vi siano anche fattori finanziari alla base dei rialzi. Proprio su questo punto il G8 ha assegnato al Fondo monetario internazionale il compito di effettuare uno studio sulla situazione. (fonte Afp)