Gaza: raid israeliani vicino casa di Haniyeh

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Gaza: raid israeliani vicino casa di Haniyeh

25 Maggio 2007

Israele ha condotto oggi un
raid aereo nei pressi dell’abitazione del premier palestinese, Ismail Haniyeh,
a Gaza. Un portavoce dell’esercito israeliano ha però sottolineato che l’obiettivo
non era il primo ministro ma una struttura utilizzata dai terroristi di Hamas
nel campo profughi di Shati.

“C’è stato un raid aereo
contro una struttura utilizzata dai terroristi di Hamas nel campo profughi di
Shati”, ha detto il portavoce, che ha aggiunto: “L’abitazione di
Haniyeh non era l’obiettivo”.

Alcuni abitanti del posto hanno
detto che un missile ha colpito un mezzo utilizzato dagli uomini di Hamas che
pattugliavano la strada che porta alla casa di Haniyeh a Gaza, ferendo una
persona.

Negli ultimi giorni, dirigenti
israeliani hanno detto pubblicamente che Haniyeh e altri leader politici di
Hamas avrebbero potuto essere attaccati se fosse continuata la pioggia di
missili che da giorni colpisce il confine.

Hamas ieri ha ignorato
l’appello del presidente Mahmoud Abbas, che chiedeva di porre fine al lancio di
missili contro Israele.

Israele
ha anche inviato truppe a Nablus, in Cisgiordania, e ha arrestato il ministro
palestinese dell’Istruzione Naser al-Shaer e almeno tre altri esponenti
politici di Hamas, tra cui il sindaco di Nablus, il suo vice e altri funzionari
di Hamas