Giannini (Sc) su scatto insegnanti, “ripensamento doveroso e positivo”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Giannini (Sc) su scatto insegnanti, “ripensamento doveroso e positivo”

08 Gennaio 2014

Il passo indietro sul taglio degli scatti agli insegnanti secondo Stefania Giannini di Scelta Civica è "doveroso e positivo" ma, aggiunge il segretario, "non cancella l’errore tecnico dell’apparato del Mef e la sottovalutazione politica del ministro Saccomanni”. ”In Italia ci si distrae sempre nel settore dell’istruzione che, nonostante la retorica delle campagne elettorali, evidentemente non è ancora strategico", prosegue Giannini, "il ripensamento del Governo va bene ma resta l’amaro in bocca per un provvedimento che rischiava di diventare beffa per migliaia di insegnanti. Sarebbe stata inaccettabile, infatti, una paradossale continuità tra il governo del centrodestra, che tagliava in avanti, e quello delle larghe intese, che taglia all’indietro”. Intanto il tweet di Letta ha rassicurato gli insegnanti "non dovranno restituire i 150 euro percepiti nel 2013 derivanti dalla questione del blocco degli scatti", ha scritto il premier, decisione confermata durante l’incontro avvenuto tra il premier Letta, il ministro della economia, Saccomanni e il ministro dell’istruzione Carrozza.