Home News Giustizia, il Governo battuto al Senato

Giustizia, il Governo battuto al Senato

0
56

Il governo va sotto al Senato sull'ordinamento giudiziario. Nonostante il parere contrario del governo, infatti, l'Aula ha approvato un emendamento del senatore ulivista Roberto Manzione sul quale sono confluiti i voti del centrodestra.

Con157 voti a favore e 154 contrari è passata la modifica proposta da Manzione sulla separazione delle carriere.

"Mi sembrava raggiunto un accordo, ma nell'Unione c'è chi si muove a proprio piacere. Il governo di qui in avanti, di fronte a proposte che vengono dal centrosinistra, esprimerà non un parere collaterale o contiguo a quello del relatore, ma si rimetterà all'aula. Certo, se ci fosse uno stravolgimento del testo ne prenderei atto, ma visto che non siamo a questo il problema non si pone", ha detto il ministro della Giustizia, Clemente Mastella.

I 3 "colpevoli" della maggioranza sono Roberto Manzione (Dl), Willer Bordon, ex presidente dell'Assemblea della Margherita e Roberto Barbieri, presidente della commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here